Atlas Ufo Robot Goldrake

Il mito!

Ultimo aggiornamento il 20/06/12 Completato al 90%

Il Robot

clicca per la versione a 1024*768

Tra parentesi i nomi originali
Nome: Goldrake, Atlas Ufo Robot (Ufo robot Grendizer) Dynamic kikaku\ TV Asahi\ Toei Doga.
Anno: 1975
Autori: Idea originale di Go Nagai. Animazioni Toshio Ketsuta. Disegni: Kazuo Komatsubara e Shingo Araki. Sceneggiatura: Shozo Uehara e Keisuke Fujikawa. Regia: Tomoharu Katsumata, Masamume Ochiai e Masayuki Akemi. Musiche: Shunsuke Kikuchi.
Altezza: 30m
Pilota: Actarus (Duke Fleed)
Attivazione: Goldrake entra in azione uscendo dallo Spacer, il disco volante che lo accoglie, dopo che il pilota si è trasferito con tutto il sedile dalla postazione di guida dello spacer alla testa del robot.
Guida: I comandi sono disposti sui braccioli della sedia di comando e consistono in due leve e numerosi bottoni
Materiale: Gren (lega aliena)
Armi: Tuono spaziale (Space thunder), Raggio antigravità (Hanjuryoku Storm), Maglio perforante (Screw crusher punch), Doppio boomerang, Disintegratori paralleli (Hand beam), Alabarda spaziale (Double Arken), Boomerang elettronici (Shoulder boomerang), lame rotanti (Spin saucer), missili perforanti (Spin Drill), pioggia di fuoco (Melt Shower).
Veicoli: Lo Spacer (il disco di Goldrake), il TFO di Alcor, il Goldrake2 (Double Spacer), la Trivella spaziale, il Delfino spaziale (Marine spacer).
Amici: Actarus (Duke Fleed, alias Daisuke), Alcor (Koji Kabuto), Dott. Procton (Genzo Umon), Maria (Maria Grace Fleed), Venusia (Hikaru Makiba), Righel (Dambei Makiba), Mizar (Goro Makiba)
Nemici: Re Vega, Hydalgos (Blakki), Gandal e Zuril
Note: Il robot per eccellenza in Italia, il più amato e conosciuto. Goldrake fu il primo robot a raggiungere gli schermi televisivi italiani, da semplice cartone divenne fenomeno di costume a tal punto da venire spesso citato anche nei film dell'epoca per le sue qualità di "eroe imbattibile". Goldrake fu l'inizio, il primo grande successo televisivo destinato ai bambini, dopo di lui centinaia di cartoni giapponesi invasero l'Italia e con essi giocattoli, giochi da tavolo e centinaia di Gadget robotici, dai costumi di carnevale alle sorpresine nei pacchetti di patatine. A chi importava allora sapere che in realtà Goldrake è la terza serie della saga di Mazinga, rimaneggiata nel doppiaggio in modo da apparire come saga autonoma e svincolata dagli eventi precedenti? A chi interessava sapere che il nostro Alcor in realtà altri non era che Koji Kabuto pilota di MazingaZ? Tutto quello che i bambini volevano era un robot come Goldrake e possibilmente una alabarda spaziale sotto l'albero di Natale (Ah, se solo avessi avuto una Alabarda spaziale da piccolo! Ora sarei Presidente del consiglio, eh,eh).
Se a qualcuno interessa la storia eccola qui in breve: Actarus fugge dal suo pianeta natio distrutto dal Re Vega e il suo esercito. Raggiunge la terra con Goldrake ma Re Vega decide di attaccare anche il nostro pianeta. Actarur decide di difendere il suo pianeta adottivo e ci riesce. Fine.
Storia semplice ma piena di spunti interessanti, in particolare il fatto che gli alieni e Goldrake stesso hanno forma di dischi volanti.


Il modello
Modellazione: Goldrake è stato modellato in tempi diversi, un braccio oggi, una gamba dopo un mese e così via. Non è stato difficile da modellare, non ha parti complesse da realizzare. Mi sono permesso delle piccole personalizzazioni nei dettagli altrimenti erano troppo spogli.
Cosa manca: La testa. La testa che vedete sul modello è solo un abbozzo di quella finale che dovrà però mantenere quelle proporzioni.
Note: Nuovissime textures per Goldrake. Le prime che avevo creato erano eccessive. Questa volta ho preferito usare come riferimento gli aerei a reazione militari. Se osservate con attenzione di notano infatti i piccoli rivetti dei pannelli. L'effetto finale è meno "alieno" (non si può avere tutto!) ma molto più realistico. Anche i colori più spenti e scrostati aiutano in questo senso.
Il problema più grande: Niente di particolare.

Gallery
23/08/11 Goldrake in vettoriale
Tempo fa mi misi sotto a lavorare con Illustrator, programma che avevo sempre voluto imparare senza averne il tempo. Corso dopo corso mi sono sentito pronto per usarlo in progetti via via più complessi. Tra gli esercizi venne fuori questo Goldrake. Nato da un disegno del mio amico Zero è stato tutti ricalcato in vettoriale, forma dopo forma con Illustrator Cs, quindi senza le tante novità introdotte di recente e che ne velocizzano l'uso (prima fra tutte la trasparenza quasi immediata). Che fatica sfumare tutti quei bagliori bianchi. Da impazzire. Lo sfondo invece è bitmap. ho provato a farlo vettoriale ma il risultato era sempre poco gradevole e lontano dallo stile "Nagaiano". L'immagine è ridotta a 150dpi...quella gigante me la tengo per me!
23/08/11 Actarus/Duke
Se parliamo di immagini iconiche nessuno della mia età può negare di conoscere questa immagine. Quando eravamo bambini e vedevamo Goldrake in tv questa immagine la vedevamo ogni giorno nella sigla e per la sua "particolarità" è di sicuro rimasta nel nostro cervello...in aree poco usate forse, dove teniamo quei ricordi inutili che ci dispiace buttare!
Duke Fleed e Actarus nella stessa immagine come un Giano bifronte.
Continuando ad esercitarmi in Illustrator realizzai questo lavoro per il quale progettai anche dei tratti calligrafici appositi per spezzare la rididità insita nel disegno vettoriale. Il lavoro in realtà è solo una preparazione per una cosa più complessa che non posso ancora mostrare perchè in parte fallita. Appena risolvo qualche problema tecnico vedrete l'immagine finale.

Copyright Gianni Soldati. E' vietata la riproduzione, anche  solo in parte, di queste pagine senza l'autorizzazione dell'autore.  
Tutti i marchi citati in queste pagine sono copyrights dei rispettivi proprietari.